Giorno: 18 Maggio 2022

Musei: VR e realtà aumentata

La tecnologia si è fatta strada anche all’interno delle strutture museali, con risultati spesso stupefacenti, che arricchiscono ancora di più l’esperienza del visitatore. Al momento, sono state implementate due diverse tecnologie: la realtà aumentata e le visite con visori VR.

Realtà aumentata: quali sono i vantaggi per i musei

Attraverso la realtà aumentata, vengono aggiunte informazioni (che possono essere testuali oppure grafiche) alla realtà che circonda i visitatori. I musei possono così mettere a disposizione dei propri utenti un modo diverso di fruire l’arte. Semplicemente puntando un quadro con il proprio smartphone, sono visualizzate ad esempio informazioni sull’opera e vengono mostrati dettagli importanti. In alcuni casi, i quadri possono anche prendere vita, dando luogo a un’esperienza molto coinvolgente, soprattutto per i più giovani.

La Virtual Reality (VR): un viaggio all’interno dell’arte

La VR ricrea una realtà attraverso appositi visori che devono essere indossati dai visitatori. Molti musei offrono questo tipo di tour virtuali totalmente immersivi anche in modalità online. In questo caso, il visore dovrà essere compatibile con le immagini che vengono visualizzate tramite il browser. Uno degli esempi più famosi delle potenzialità di questa tecnologia è offerto dal tour Mona Lisa del Louvre, per ammirare il quadro da distanza ravvicinata e scoprirne tutti i segreti.

Musei online: un mondo di cultura

Grazie a internet è possibile visitare i più grandi musei del mondo comodamente da casa, e spesso anche in modo del tutto gratuito. Tutto ciò che è necessario è una buona connessione a internet e, se si desidera che la propria esperienza sia ancora più coinvolgente, uno schermo di grandi dimensioni; in alternativa, una Smart TV. È sufficiente digitare l’indirizzo web del museo e, con qualche click si avrà accesso a immagini ad alta definizione, con possibilità di ruotare in tutte le direzioni il campo visivo, proprio come se si stesse visitando la sala espositiva.

Una piccola rivoluzione culturale

Ormai da molti anni, sono numerosi i musei che offrono l’opportunità di accedere al loro catalogo di opere attraverso il web. È una modalità di visita che può non sostituire totalmente (almeno per il momento) le visite “reali”, ma rappresenta un modo per avvicinare all’arte anche persone che non hanno la possibilità di recarsi in luoghi lontani, o semplicemente coloro che hanno la passione e l’interesse per l’arte.

I musei da non perdere

Tra i musei italiani, spicca il MAXXI di Roma. Questo complesso museale all’avanguardia, oltre che fornire la possibilità di visionare il catalogo online, offre anche regolari appuntamenti in diretta con studiosi ed esperti del mondo dell’arte e della creatività.

Anche i Musei Vaticani e i Musei Capitolini hanno messo a punto un sito che consente di accedere ai maggiori capolavori conservati nelle loro sale attraverso interessanti tour virtuali. Assolutamente da vedere anche i tour del Museo Egizio di Torino e degli Uffizi a Firenze, con filmati corredati di tante informazioni utili.

Spia per un giorno allo Spyscape di New York

Nella Grande Mela c’è un intero edificio dedicato al mondo dello spionaggio. Si tratta di un luogo dove poter scoprire come operano gli agenti dell’FBI e della CIA, gli strumenti che utilizzano e i vari settori in cui lavorano, come i crimini informatici o la sicurezza.

Proprio come in un film, è possibile “vestire” i panni di agente segreto, cercando di risolvere misteri o portando a termine determinate missioni. Oltre all’aspetto espositivo, Spyscape è concepito proprio come un’avventura da vivere in prima persona. I visitatori potranno anche mettersi alla prova con la macchina della verità o aiutare a sventare pericolose minacce al sistema.

Come si svolge la visita

Successivamente all’acquisto del biglietto, viene fornito un bracciale che deve essere scansionato sia per ricevere le informazioni sulla “missione” assegnata, sia per registrare i propri progressi. Prima dell’inizio dell’avventura, si entra in un ascensore dove viene proiettato un video che aiuta a districarsi nel mondo dello spionaggio.

Al termine della visita, a seconda dei risultati ottenuti nei vari incarichi, si otterrà un “profilo” personalizzato. In questo modo si scopriranno i propri punti di forza. Forse questa esperienza non sarà un vero trampolino di lancio per una carriera nel mondo dello spionaggio, ma è sicuramente molto divertente!

Granada: il Parco delle Scienze

Questo enorme complesso museale è il primo nella classifica dei luoghi di cultura dell’intera regione dell’Andalusia. Si trova nella periferia della città di Granada ed è costituito da un insieme di edifici dedicati ai vari aspetti della scienza e dell’ingegno umano. In più, vi sono una torre-osservatorio, un giardino botanico, un giardino che ospita farfalle tropicali e un parco interattivo con macchine azionate ad acqua.

La robotica

Tra le sezioni più interessanti, è da segnalare quella dedicata alla robotica, che non solo è interattiva, ma comprende molti spunti per una didattica volta a far comprendere anche ai più giovani come vengono realizzate e utilizzate queste macchine.

Il pendolo di Foucault e i fenomeni fisici

Uno degli edifici ospita un grande pendolo di Foucault che si può vedere in azione, mentre le altre sale sono dedicate ai fenomeni elettrici, alla meccanica e all’universo. Si possono azionare interruttori e circuiti, provare diversi tipi di leve e, attraverso bilance pesapersone molto particolari, si scopre quale sarebbe il proprio peso su uno dei pianeti del Sistema Solare.

Il corpo umano

Questa parte del museo è dedicata all’uomo, sia dal punto di vista sociale che fisico. Sono notevoli le riproduzioni a grandezza naturale di scheletri di dinosauri e tanti altri animali.

Venezia: i musei della città lagunare

La grandiosità di Piazza San Marco, i palazzi che poggiano le loro fondamenta tra gli stretti canali, gli eventi di respiro internazionale e il grande numero di turisti: Venezia è una città unica al mondo. Affascinante e fragile, il mondo ha tremato durante uno degli ultimi episodi di acqua alta, che ha messo a repentaglio il suo repertorio artistico, così come il tessuto cittadino. Durante una visita presso il capoluogo veneto, costruito sopra circa 100 isole della laguna, ecco quali sono i musei che meritano una visita.

Palazzo Ducale

Questo splendido palazzo, la cui stratificazione architettonica inizia nel 1300 per concludersi in piena epoca rinascimentale, racchiude la storia culturale (nonché politica) di Venezia. Le opere conservate in queste sale furono spesso commissionate dal Doge per celebrare la Repubblica di Venezia. Inoltre, sono presenti moltissimi dipinti e sculture di un gran numero di artisti, tra cui il Tintoretto e Paolo Veronese.

Gallerie dell’Accademia

Le Gallerie dell’Accademia hanno sede nel complesso di Santa Maria della Carità. Il museo è composto da quasi quaranta sale, che espongono una ricchissima collezione di dipinti veneziani, dal medioevo fino al Settecento. Tra i pittori rappresentati, si trovano il Giorgione, il Tintoretto e il Veronese.

Museo Storico Navale di Venezia

Situato in un edificio del Quattrocento, questo museo è dedicato al legame tra Venezia e il mare, attraverso un percorso che porta a conoscere sia le imbarcazioni che la storia della città come potenza del Mediterraneo. Oltre al palazzo, la mostra continua anche nell’attiguo Padiglione delle Navi, che anticamente era usato come officina. Inoltre, non poteva mancare un’intera sezione completamente dedicata alla più tipica e celebre delle imbarcazioni di Venezia: la gondola.

Firenze: i musei da non perdere

Città d’arte per eccellenza, Firenze è la sede di alcuni dei più importanti musei italiani. Nel corso dei secoli si è arricchita di opere d’arte, soprattutto grazie al costante lavoro della storica famiglia dei Medici. Subito dopo il Colosseo a Roma, la Galleria degli Uffizi nel capoluogo fiorentino è il luogo più visitato dai turisti che si recano in Italia e, nonostante la pandemia, nel 2021 ha registrato quasi due milioni di ingressi.

Galleria degli Uffizi

In queste sale è conservata la storia dell’arte dal 1200 fino al 1700, attraverso le opere dei suoi maggiori esponenti. Tra gli artisti rappresentati vi sono Leonardo, Caravaggio, Giotto, Tiziano, Piero della Francesca, Botticelli e Mantegna. Il palazzo ospita capolavori inestimabili, tra cui La Primavera del Botticelli, il Bacco del Caravaggio e L’annunciazione di Leonardo. Questo museo, le cui origini e sviluppo sono così strettamente legati alla città e ai Medici, si situa inoltre sul podio dei luoghi di cultura preferiti dai giovani.

Palazzo Pitti

Questo enorme palazzo rinascimentale, già residenza del Granducato, è sede di diversi musei suddivisi per aree tematiche e imponenti gallerie, tra cui la Galleria Palatina, con opere di Tiziano e Raffaello, oltre che appartamenti nobiliari (alcuni dei quali visitabili). Tra le collezioni, è possibile ammirare quelle della ampia Galleria di arte Moderna, il Museo della Moda, il Museo delle Porcellane, il Museo degli Argenti e il tesoro dei Granduchi. All’esterno della residenza, si trova il Giardino di Boboli, realizzato secondo la tradizione dei giardini all’italiana.

Galleria dell’Accademia

In questo museo, dove sono custodite alcune tra le più belle opere al mondo, è facile venire rapiti dallo spettacolo che offre l’espressione artistica dell’uomo. A partire dal David di Michelangelo, fino ad arrivare, indietro nel tempo, ai maestri dei Duecento, per finire poi al cospetto di icone e opere ottocentesche, la Galleria dell’Accademia è uno dei luoghi di “culto” di tutti gli appassionati d’arte.

Leonardo Interactive Museum

Accanto ai musei “storici”, è nato un nuovo spazio espositivo dedicato a Leonardo Da Vinci e che ne celebra, al di là dei suoi meriti artistici, anche il genio di scienziato e innovatore. Il museo espone alcuni dei suoi disegni e tavole, ma è principalmente dedicato a riproduzioni delle sue macchine e congegni, corredati di spiegazioni sul funzionamento. Le macchine possono essere azionate dai visitatori, per un’esperienza immersiva e coinvolgente.

Musei principali di Roma

La capitale italiana è sede di alcuni dei più importanti musei del mondo. Forte di un patrimonio artistico ineguagliabile, la rete museale è non solo molto ampia, ma in continua espansione, regalando ai visitatori la possibilità di ammirare opere che spaziano dall’antichità fino ad oggi. Roma non è solo un museo a cielo aperto, ma, come dimostrano alcuni scavi che hanno portato alla luce una splendida domus di era imperiale, è ricca di una stratificazione archeologica senza pari, che offre la possibilità di creare spazi espositivi che si integrano perfettamente nel tessuto urbano.

Musei Vaticani

Tappa obbligata per ogni turista, così come per ogni romano, i Musei Vaticani comprendono un insieme complesso e ricchissimo di aree museali, tra le quali spiccano la Galleria Vaticana, il Museo Egizio, le Stanze di Raffaello e le Cappelle, con la celeberrima Cappella Sistina con gli affreschi di Michelangelo. Sempre sul podio dei musei più visitati al mondo, questo insieme di splendidi edifici racchiude una impressionante quantità di opere.

Musei Capitolini

Sulla michelangiolesca piazza del Campidoglio hanno sede i Musei Capitolini, con il loro affascinante patrimonio di pezzi unici, attraverso cui è possibile ripercorrere tutte le tappe della storia e della cultura dell’umanità. Dai resti della monumentale statua di Costantino alla sala dei filosofi, passando per i sotterranei della Galleria Lapidaria, i Musei Capitolini custodiscono una delle collezioni di opere più ricche al mondo.

Galleria Borghese

Nel cuore della capitale, in mezzo alla centralissima Villa Borghese, questo museo si trova in una splendida cornice naturale. La sua struttura architettonica, oltre che gli arredi, ne fanno un gioiello di arte seicentesca. Al suo interno, tra le opere più famose, si trovano il David del Bernini, la Paolina Bonaparte del Canova e L’amor sacro e l’amor profano del Tiziano.

Galleria Nazionale di Arte Moderna

Le ampie sale di questo museo custodiscono la più grande collezione d’arte sia italiana che straniera degli ultimi due secoli. Non solo dipinti e sculture, ma anche interessanti installazioni e mostre temporanee ne fanno il luogo perfetto per capire e ammirare le più recenti correnti artistiche.